Sabato, Dicembre 16, 2017

IL CORPO RITROVATO di ALBAROSA SISCA (Codice: 9788865915684)

Così, il corpo è rivissuto nella sua concretezza ma anche nella sua trasfigurazione lirica. Dalla bocca della persona amata sgorgano rose, che sono nello sfondo acquatico del canzoniere, e si intrecciano alle margherite, ai gigli, ai gladioli bianchi e ai garofani spagnoli, in una affascinante danza di colori e di emozioni; e gli occhi della persona amata testimoniano nondimeno di fragili emozioni: come la tristezza e la malinconia del vivere. Sulla scia di enigmatiche consonanze interiori Albarosa si richiama poi alle figure del padre, alla sua sapienza, e della madre, alla sua dolcezza, con parole solcate da balenii semantici, e da febbrili ondate emozionali. Queste sono solo alcune delle tematiche che si riannodano a quella del corpo ritrovato: dilatandone, e modulandone, le risonanze.
 
Dalla prefazione di Eugenio Borgna
 
 
Albarosa Sisca è una poetessa italiana nata a Crotone il 14 marzo 1945. Dopo essersi laureata a Napoli in Filosofia, ha insegnato italiano e storia presso le scuole superiori. Ha organizzato incontri internazionali diffondendo la poesia del ‘900 nelle scuole superiori.
Ha pubblicato i seguenti testi di poesia: Il tempo della memoria (Isola d’Oro, Pompei 1969); Poesie (Editore Loffredo, Napoli 1979); Medioevale canterino (Forum Quinta Generazione 1983); Piripiciò (Lacaita Editore 1989); I mulini non girano al vento, prefazione di Giampaolo Rugarli (Forum Quinta Generazione - Poesia 80, Forlì 1992); L’occhio melanconico di Creta, prefazione di Tommaso Marotta (Tommaso Marotta Editore, 1995); Un mitico Eros (L’Autore Libri, Firenze 1996); L’ultimo fiore azzurro, prefazione di Giampaolo Rugarli (Rispostes, Salerno 1997); Copri Rimbaud di nero la ferita, prefazione di Antonio Piromali (Rispostes, Salerno 2001).
Albarosa Sisca è nei “Quaderni Rosa - Scrittrici italiane dell’ultimo Novecento”, di Neria De Giovanni, a cura di Giacomo F. Rech (Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Roma 2003).
Ha pubblicato anche due plaquette: Poesie sul mare per la rivista “Angeli e poeti” (Milano, 2003) e Il volto dell’angelo per la rivista “Il Calamaio” (2007). Presente in numerose pubblicazioni della Latmag, tra le quali: “Critica letteraria del Nuovo Secolo” (2008) di Franco Maria Maggi; “Il mare nella poesia” (2009); “Poeti e scrittori contemporanei nella Storia letteraria italiana” (2010).
I suoi poemi hanno ottenuto vari riconoscimenti letterari: il testo di Poesie ha vinto il premio nazionale “Lucanto-Lorica”, 1980; sue inedite, col titolo Rondò sulla veneziana hanno vinto premio internazionale “Alfonso Gatto”, 1985. Nel 1989 le è stato conferito il primo Premio di poesia “Nosside” per alcuni poemi inediti.
Il testo Copri Rimbaud di nero la ferita ha vinto i seguenti premi: “Primavera Strianese”, “Il tripode”, “Alessandra Marziale”, “Marengo d’Oro” (Menzione d’onore, Sestri Levante, 2007) e “Firenze Capitale d’Europa” (Menzione d’onore).
Nel 2004 le è stato conferito il premio “Le Regioni”. Mentre con il testo di prose poetiche L’occhio melanconico di Creta ha vinto il premio nazionale “Storie di donne” e il Premio speciale “Donna 2000”. Con il testo L’Ultimo fiore Azzurro ha vinto il premio internazionale letterario dei Monti Lepini, l’Omaggio alla Città di Roma 2010, il Premio “Penisola Sorrentina 2000”.
Con I mulini non girano al vento ha ottenuto il premio “Amministrazione Provinciale Pisa”.
Alcune liriche inedite sono state pubblicate da “Discorso Diretto” (rivista), 1984; su “Antologia dei poeti di Calabria”, 1982; su “Proporzioni poetiche” (rivista), 1985; su “Poesie alla Calabria” (Antologia), 1986; su “Guida ai poeti degli anni 80” (Antologia), 1987; su “Fermenti” (Rivista), 1984; su “Le donne della poesia” (Antologia), 1990; su “Molloy” (rivista), 1990.
Albarosa Sisca è membro del gruppo di lettura internazionale di poesia diretto da Renata Giambene e presidente per la sede regionale della Campania. Le sue composizioni sono state lette durante il programma “Meridiana”, diretto da Renata Barzini su Rai Tre.
I suoi poemi sono stati letti e presentati all’Università di Venezia (a cura del prof. Paolo Leoncini) nel 2003 e all’Università di Berlino, (a cura della dott.ssa Irene Ammaturo).
Le sue poesie sono state tradotte in spagnolo da Carlos Vitale Los mulinos no giran al Viento (Save As, Barcelona, 1999), e Salud don Quijote e in francese da Adriana Serra.
 
Nel 2012 ha pubblicato la silloge Aveva le ali dorate e nel 2013 Poesie al Padre, Rupe Mutevole edizioni.  
 
Prezzo: 10.00 EUR
Quantita: 

Carrello

Totale:   0.00 EUR
Vai al Carrello

Cerca


Ricerca avanzata

Pagamenti - Spedizioni

SPEDIZIONE GRATUITA
Spedizione Gratuita in tutta Italia

paypal-logo
Pagamenti sicuri tramite PayPal

Vai in Alto